CLOSLIEU

Il Closlieu, creato dall'educatore franco-tedesco Arno Stern, è una stanza dalle pareti colorate con un solo strumento centrale: il tavolo-tavolozza dove 18 colori con tre pennelli ciascuno aspettano di essere usati. E’ un laboratorio di pittura dove adulti e bambini (da 3 a… 100 anni) si trovano per condividere il piacere di dipingere. Compiuto in un gruppo, l’atto del tracciare è diverso dal disegno occasionale e permette di affermarsi in mezzo agli altri senza competizione.

Nel Closlieu si crea un armonico equilibrio tra regole e libertà. L’attività è condotta da un Praticien. Egli non insegna, non interpreta, non giudica. L’atteggiamento del Praticien favorisce il libero fluire dell’Espressione.

Il Gioco del dipingere è una pratica educativa che favorisce la libera espressione dell’essere. Il bambino o l’adulto che fa questa straordinaria esperienza diviene consapevole del suo valore in quanto ciò che fa non viene discusso, approvato o criticato. Viene semplicemente accolto! 
Nel Closlieu s’impara a rendersi indipendenti dallo sguardo e dal giudizio degli altri.

In questa piccola società si vive una diversa modalità di relazionarsi all’altro. Il messaggio che si percepisce attraverso il lavoro nel Closlieu è “Tu sei adeguato”. Solo in questa totale libertà di espressione la persona potrà accedere alla sua piena realizzazione.

Il gioco è inscritto nella natura stessa delle relazioni umane e ci accompagna dall’infanzia fino all’età adulta. Il gioco nel Closlieu è un’attività seria che impegna tutta la personalità, soddisfa necessità inappagate e rimette in equilibrio e armonia la nostra parte razionale con la spontaneità. Pian piano ci si libererà dai modelli imposti e si potrà creare qualcosa di assolutamente nuovo ed unico.
L’esperienza vissuta nel Closlieu renderà il bambino e l’adulto forte e sicuro di sè.